Piroette cromatiche

Tra tutti gli animali che popolano l’America Latina, sicuramente il pappagallo è quello che riassume meglio l’anima “carioca” di questo continente. Simpatici, spavaldi fuori ma timidi dentro, chiassosi e positivamente pasticcioni.. insomma, per chi ha speso del tempo in questo continente è inevitabile riconoscere in questi volatili le sfumature tipiche della cultura locale. La biodiversità dirompente che caratterizza le innumerevoli sfaccettature nel quale le forme di vita si sono evolute in Brasile, è ben rappresentata dal genere dei pappagalli. Le dimensioni variano dai 10 centimetri, dei verdissimi Tuim (Forpus Xanthopterygius), fino al metro da capo a coda dei rari e meravigliosi Arara Azul Grande (Hyacinth Macaw), e le livree del loro piumaggio sembrano essere state sottratte dalle sfumature di una tavolozza di un artista.

Già nella grande San Paolo è possibile osservare alcune specie che ben si sono adattate alla vita metropolitana. Non è insolito udire i loro schiamazzi la mattina al sorgere del sole, mentre sfrecciano come saette verdi in mezzo ai palazzi vicino ai parchi. Abbiamo provato ad attirarne alcuni montando una mangiatoia sul davanzale di casa nostra, e l’esperimento è pienamente riuscito: dopo aver abbattuto la diffidenza iniziale, una coppia di Periquito ci ha fatto visita tutti i giorni prima del tramonto, banchettando allegramente con le sementi e frutta fresca sempre a disposizione nella nostra mangiatoia artigianale.

Per osservare le specie più grandi e rare è necessario addentrarsi nelle zone più remote del paese, in particolare Pantanal e Amazzonia. Tra questi, sicuramente vale la pena citare le tre punte di diamante dell’intera varietà: L’Arara Vemelha Grande, L’Arara Canindé e l’Arara Azul Grande. Nel viaggio in Pantanal e Bonito ho avuto la fortuna di incontrare tutte e tre le specie sopra citate, e di immortalarne i loro colori vibranti, mentre sfrecciano chiassosi nell’aria tropicale. Proprio l’ultimo di questi, in italiano Ara Giacinto, è il pappagallo più grande in natura, 100 cm di altezza e 140 di apertura alare, e rappresenta ormai un raro incontro, in quanto è quasi giunto all’estinzione a causa delle numerose catture illegali per esportarlo dal paese come volatile in gabbia, e della deforestazione incontrollata, che distrugge le aree dove nidifica. Grazie però a nuovi progetti di conservazione gestiti dagli abitanti locali, la popolazione di questo meraviglioso volatile sta ricominciando a crescere, e si inizia ad intravedere la speranza di sopravvivenza nel futuro di questo stupefacente e simpatico volatile.

Negli occhi di questo Arara Azul si scorge l'intelligenza di cui sono dotati questi volatili maestosi (Pantanal)

Negli occhi di questo Arara Azul si scorge l’intelligenza di cui sono dotati questi volatili maestosi (Pantanal)

In questo fortunato scatto ho immortalato il balzo nel vuoto di una coppia di Arara Canindè, pronti a spalancare le ali e volare fino al prossimo posatoio (Transpantaneira)

In questo fortunato scatto ho immortalato il balzo nel vuoto di una coppia di Arara Canindè, pronti a spalancare le ali e volare fino al prossimo posatoio (Transpantaneira)

Indiscutibile l'assoluta bellezza di questi angeli cromatici. L'intensità dei colori e il loro contrasto mozza il fiato in questa particolare posa ad ali spalancate. (Buraco das Araras)

Indiscutibile l’assoluta bellezza di questi angeli cromatici. L’intensità dei colori e il loro contrasto mozza il fiato in questa particolare posa ad ali spalancate. (Buraco das Araras)

Una coppia di Periquitos banchetta allegramente alla mangiatoia sul nostro davanzale, nel centro di San Paolo.

Una coppia di Periquitos banchetta allegramente alla mangiatoia sul nostro davanzale, nel centro di San Paolo.

Un gruppo di Arara Vermelha Grande (Red and Green Macaw), sorvola in formazione il buraco das Araras

Un gruppo di Arara Vermelha Grande (Red and Green Macaw), sorvola in formazione il buraco das Araras

 

Categorie:Brasile, Fauna, nel Mondo, Raid e spedizioni

Tagged as: , , , ,

1 reply »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: